psv e porcospino

Salmoni Pastafariani: 13 Salviamo la principessa!

La nave andava alla poggia sull’acqua azzurra e le vele si gonfiavano pigre alla brezza tiepida.

Buon Pirata e la ciurma stavano passando un momento di relax.

Rosetta, la cagnolina, si era acciambellata per fare un pisolino sulle gomene e, sicuramente, stava sognando di rincorrere fatine, perchè ogni tanto scalciava con le zampette.

Il pirata e Tu Chitti, il pappagallo, erano appoggiati sulla murata del castello e facevano a gara a chi vedeva saltare più pesci volanti ed erano un tutt’uno ad urlare “Ahrrr” e ridacchiare. Era uno spettacolo vedere balzare fuori dall’acqua quei pesci azzurri e argento,e poi vederli planare lentamente battendo le lunghe pinne come fossero delle veri ali. Inutile dirvi che il pappagallo, con la sua vista strabiliante, stava vincendo poichè vedeva i pesci saltare molto prima del nostro pirata.

Il tucano Cuccuruccù, invece, stava facendo un bagno di sole alle piume e, pigramente ogni tanto, tuffava il grosso becco in una scatola di biscotti ai semi di anice.

Ne era ghiottissimo e si stava proprio rimpinzando.

“Attento. Cuccuruccù” lo avvertiva sorridendo Buon Pirata “Rischi di fare indigestione, poi ti lamenti del mal di pancia!”

L’unico che non sembrava molto tranquillo era il porcospino Cipitto. Stava sul cassero di prua e guardava dritto davanti a sè, come se dovesse vedere spuntare qualcosa improvvisamente. E sospirava.

Ogni tanto Buon Pirata si girava a guardarlo, aggrottava la fronte e poi tornava a giocare con Tu Chitti.

Finalmente avvistarono un’isola, e Buon Pirata guardò le sue carte per vedere se era proprio quella che stavano cercando.

Decise di sì e tutti si diedero da fare con vele e cordame per avvicinarsi.

Finalmente misero la nave alla fonda e stavano per scendere nella spiaggetta della cala, quando si accorsero di due figure lontane.

Ed una, guardando bene, sembrava legata ad un palo!

“Aita! Aita! Aiutate questa misera pulzella in periglio!” sentirono che urlava la figura più alta “Ma nessun cavaliere accorre a salvarmi? Presto un prode, o l’alta marea mi sommergerà! Accorruomo! Accorruomo! Salvatemi o me tapina! Addio mondo crudele! Addio Sole!” continuava a lamentarsi e disperarsi tra i singhiozzi e le lacrime.

Che mistero era mai questo?

“Presto, accorriamo!” disse Buon Pirata “Veloci, caliamo una scialuppa in acqua!”

“Veloci!” ripetè Tu Chitti

“Bau!” confermò Rosetta.

Così fecero e il pirata cominciò a remare il più veloce che poteva.

Arrivarono alla spiaggia e il pirata, la cagnolina, il tucano, il pappagallo ed il porcospino scesero dalla barca con un salto tutti assieme, e corsero a perdifiato per liberare la fanciulla.

“O meno male” disse lei “finalmente siete arrivati, mio bel pubblico!”

“Madamigella, siamo qui per salvarti” disse intanto il pirata.

“Salvarvi!” ripetè Tu Chitti

“Bau!” riconfermò Rosetta.

“Ecco adesso ti liberiamo e … ma un momento.” disse dubbioso Buon Pirata.”Perchè ci ha chiamato “pubblico”?”

In effetti la Madamigella in questione non era per niente legata al palo, anzi non c’erano nemmanco le corde od un piccolo elastico per tenerla ferma!

“Finalmente un pubblico a cui posso far vedere quanto sono brava. Dopotutto in ques’isola non succede mai nulla, è una tale noia, ed io che sono attrice ho il diritto di avere gente al mio spettacolo: La Principessa e l’alta marea. Non convenite anche voi?” spiegò alla ciurma che adesso la stava ascoltando a bocca aperta dalla meraviglia.

“Insomma stavi soltanto recitando, non eri in pericolo!” disse il pirata.

“Pericolo!” ripetè Tu Chitti

“Bau!” ribattè Rosetta.

“Ah ah! Io in pericolo?” rise lei “Ma no, quando mai Olivetta, la grande attrice, è in pericolo? E’ il pericolo che deve temere me e la mia spada!” declamò con enfasi; sembrava stesse parlando un eroe vero, di quelli che passano mille avventure nei film.

Allora tutti risero, in verità piuttosto sollevati che non ci fosse un problema vero.

“Ci siamo cascati come polli” stava spiegando Buon Pirata “questo vuol dire che sei proprio un’attrice molto brava e …”

Ma fu interrotto dagli squittii del porcospino, che stava correndo verso l’altra figura che prima avevano notato in spiaggia.

“Che sbadata.” disse Olivetta “Vi presento miss Cipollina, la mia amica porcospina.”

A quel punto, che cosa straordinaria! I due porcospini squittendo si corsero incontro e si abbracciarono!

“Ma certo!” disse il pirata battendosi la fronte con l’uncino “Lei è la fidanzata di Cippitto, che si persero di vista tanto tempo fa e che lui cercava dappertutto. Me ne aveva tanto parlato.”

Allora tutti risero a quella notizia e felici cominciarono a ballare.

Poi si decise di pregare con una spaghettata per tutti.

“E, dopo aver mangiato, parliamo di noi” disse Buon Pirata “onoriamo il quinto condimento e ascoltiamo quello che ci dicono gli altri, i loro pensieri ed i loro desideri. Per esempio: Cippitto e Cipollina hanno deciso di stabilirsi nell’isola e vivere felici del loro amore.”

Rosetta però guardò il pirata, girando la testolina verso sinistra, che nel linguaggio dei cani voleva dire:

“E adesso noi come facciamo a governare se ci manca un pirata?”

“Non ti preoccupare.” rispose Buon Pirata ridendo “Olivetta: visto che non hai un pubblico e che trovi noiosa quest’isola, che ne pensi di unirti alla nostra ciurma? Gireremo tante isole dove potrai esibirti nel tuo spettacolo ed avrai un pubblico nuovo ogni volta?”

“Che ne penso? Che è un’idea meravigliosa. Accetto!” rispose entusiasta l’attrice ” Anzi … aspettate un po’ …”

Si allontanò pochi minuti e tornò portando un baule. Era il suo baule di scena, montò un paravento, si nascose dietro e disse.

“Qui dentro c’è tutto il mio tesoro: i miei vestiti d’attrice. Ed ora guardate qua!”

In pochi secondi si cambiò il vestito da principessa con uno tutto nero da pirata, con tanto di stivaloni e cappello con la piuma!

“Voilà! Ora sono la Corsara Nera! Quando andiamo all’arrembaggio? Ahrrrr”

E tutti risero, fino alle lacrime.

Da quel giorno si disse: “Chi cerca per mare, poi trova l’amore.”

Ramen.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail