gruppo1

Pastavium: culla di civiltà

degrado

de·grà·do/

sostantivo maschile

  1. Deterioramento sul piano dell’integrità o dell’efficienza.

    “il d. dell’ambiente, delle istituzioni”

5Questa è la definizione del vocabolo degrado.

Il Comune di Padova ha usato questo termine per dare un nome al nemico nascosto tra le strade cittadine, ha preso questo lemma e lo ha impropriamente attribuito ad un nemico mascherato da giovani studenti ed anziani goliardi. Carico di potere il sindaco ha indetto una sua crociata contro lo spregiudicato uso delle strade cittadine, dove degradanti persone altro non chiedono di poter respirare gioia e libertà.

Ma chi nasce e cresce con divieti e dogmi altro non può immaginare che una città chiusa ed ordinata.

gr2Ho il presentimento che la giunta comunale non sia mai stata studente universitario. Ricordate le ore passate sui libri, i sensi di colpa per i sacrifici dei vostri genitori, il conto alla rovescia inesorabile in direzione della cattedra d’esame?

Quelle notti passate sui libri mentre ascoltavate le storie di amici lasciati in paesi lontani: qualcuno sposato, qualcuno felice, qualcuno morto, qualcuno partecipe, ma non voi.

Al massimo una telefonata della mamma che racconta di come ha preparato chili di lasagne pronte per quando torneremo. Se, torneremo.

Affranti e soli, con la cucina occupata da un coinquilino coglione ed amici ignoranti, l’unica consolazione era quella di scendere in strada e trovare rifugio tra spritz e buona compagnia.

4Se l’Italia è la culla della civiltà allora le sue strade dovrebbero essere rumoroso giaciglio di dovuta tolleranza.

Dovrebbero.

Padova aveva capito che le migliori menti, per essere operative, hanno bisogno di un sorriso.

Padova era culla di civiltà. L’avete fatta diventare casto letto matrimoniale.

Proprio per questo i Pirati della Chiesa Pastafariana Italiana hanno preso possesso della piazza.

3Abbiamo cantato, ballato, bevuto. Ci siamo conosciuti, abbracciati, fidanzati e sposati.

Per una notte ci siamo guardati in faccia e le nostre occhiaie scalpellate da una vita troppo dura hanno smascherato lucidi occhi pieni di vita.

Noi non siamo degrado, noi siamo Vita.

Quello che a Padova avete tolto.

Volete una città migliore? Vi abbiamo mostrato la direzione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail