10615576_948269338535395_895803233146205441_n

4° Raduno Nazionale Pastafariano: chi non c’è, non ci sarà

Guardando ora le immagini del terzo raduno nazionale dei pastafariani, avvenuto a Bologna a novembre, provo la stessa sensazione di quando guardo le fotografie della cena scuola calcio provinciale o ritrovo natalizio aziendale: un po’ povero, un po’ spoglio, nulla di che.

I miei occhi vedono queste immagini ma il mio cuore ricorda ben altro.1426357_10205583656337662_2652621549777873784_n

Ricordo di essere arrivato a Bologna con poche aspettative e la sicurezza di poter passare un buon fine settimana accompagnato da scolapasta e birra. Nulla più.

“Raduno Nazionale dei Pastafariani”, cosa potrà mai essere?

Invece quei giorni hanno lasciato dentro di me qualcosa di molto grande, sopra ogni mia aspettativa.

A Bologna è accaduto qualcosa dentro di me e sono sicuro dentro il petto di tutti noi. Da tutta Italia ci siamo trovati in una stanza e da lì è partito quello che ora è possibile ammirare in tutte le piazze italiane ed in ogni pagina web.

Una tale energia che sebbene durata 48 ore si è protratta per mesi e mesi, ed ancora arde.

Ma perché? Cosa è successo?

10625045_10202541389656193_3799165726017165746_nHo provato ad analizzare emozioni, ad usare narrazioni oggettive. Ho chiesto consiglio ma non ho mai ottenuto le giuste parole per descrivere ciò che è successo. Troppo grande, troppo bello.

Fallisco quindi nell’intento di raccontare quanto sia stato emozionante l’incontro nazionale; come posso quindi scrivere parole di incoraggiamento nel partecipare al quarto raduno che si terrà a Firenze il 12-13 settembre?

Molto difficile direte voi, molto facile dico io.

Mi è sufficiente ripensare ad ogni post su facebook avuto in questi mesi.

Mi è sufficiente ripensare ad ogni incontro pastafariano al quale ho partecipato e a quello che inesorabilmente veniva pronunciato da qualcuno accanto a me. Ovvero: “Immagina se ora fosse qui con noi….”

Quante volte ho pronunciato e sentito questa frase, quante volte ho sofferto il desiderio di vederla realizzata.

“Immagina se ora fosse qui con noi la Pannocchia di Pastavium, sarebbe bellissimo”11425242_985704124795932_590541368178015780_n

“Immagina se ora fossero qui con noi tutti i confrittelli incontrati durante arrembaggi e razzie”

“Immagina se ora fossero qui con noi tutte le Pannocchie Italiane e tutti quelli che abbiamo visto alle Tagliatelle in Piedi”

“Immagina se ora fosse qui con noi la Pannocchia di Salerno e tutta la sua energia”

“Immagina se esistesse un fine settimana dove questi miei desideri potrebbero essere esauditi”

“Immagina se ora qua a Firenze, seduto in Piazzale Michelangelo, potessi avere accanto il Pappa, il Presidente, la Tesora, il Profeta, il Beverendo, l’Olionese, il Pastriarca e il Priore. Immagina se guardando Firenze dall’alto potessi avere accanto Claudia.”10418859_1434188406881407_6799763056078576060_n

Forse impegnandomi riuscirei a scrivere un testo motivante ed emotivo, però non lo voglio fare. Sono avaro di parole e selvatico ad emanare sentimenti, quello che con la bocca mi riesce difficile lo traduco tramite gli occhi ed in questo momento brillano. Come brillano quando penso ai pastafariani, come si illuminano di luce propria quando penso a ciò che avverrà a Firenze il 12 settembre.

Sono Umberto Esposto, Capitan Pennaliscia della Franciacorta. In questi mesi avrete probabilmente letto miei articoli, visto immagini, post e battaglie. Sono sicuro di non aver mai deluso nessuno, di non aver mai tradito. Fidatevi quindi quando vi dico che l’incontro nazionale non lo potete perdere.

Non mi dovete credere, vi dovete fidare.

10320274_10206875919245048_8505583971575423728_nFidatevi e basta, lasciatevi andare, prenotate la vostra stanza e preparatevi ad un fine settimana che sicuramente non cambierà la vostra vita, ma riempirà il vostro cuore.

CLICCANDO QUESTO ELEMENTO avrete il form d’iscrizione, la Chiesa Pastafariana Italiana ha bloccato cento posti letto, ma comunque altre stanze saranno disponibili in ostello, ma fra qualche giorno la possibilità di alloggio è solo probabile, non sicura.

Ovviamente c’è la totale libertà di scegliere personalmente altri alloggi, in questo caso saprete comunque dove e quando trovarci.

Firenze: trema.

Pensiero personale: un giorno morirò e quando succederà potrò dire: “Ti ricordi quel giorno a Firenze? Io c’ero”.

FORM PER ISCRIVERSI

EVENTO FACEBOOK

CLICK E PARTECIPA!
CLICK E PARTECIPA!

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail